Ed eccoci qua, di nuovo nel vecchio continente.

Siamo partite quasi una settimana fa per un viaggio assurdo di quasi 2 giorni…
Il volo da Lima partiva alle 8 p.m. quindi avremmo potuto passare almeno una mezza giornata extra con il babbo che abbiamo lasciato così lontano…però la fantastica compagnia nazionale Peruvian Airlines, l’unica che offriva tariffe decenti anche ai turisti e non ti obbligava a pagare 3 volte per un volte interno, fu chiusa proprio una settimana prima e così: unico volo disponibile Arequipa-Lima partenza alle ore 10 a.m.
Ci toccano 8 ore in aeroporto prima del volo di 12 ore che ci porterà ad Amsterdam, qui ci toccano ancora 5 ore di attesa e finalmente l’arrivo a Milano. Grazie a Dio abbiamo amici che ci ospitano e ci permettono di passare la notte finalmente in posizione orizzontale e poi, al mattino, lo zio ci fa la gentilezza di spararsi un 3 ore di guida per venirci a prendere e altrettante per riportarci a casa.

Se ci aggiungete che gli ultimi giorni erano stati un delirio – le partenze sono sempre un delirio, ma soprattutto quando la famiglia sta per separarsi per mooolti mesi e allora vorrebbe approfittare di ogni minuto ma poi ci sono da sbrigare le faccende, sistemare il lavoro, salutare amici e parenti, fare le compere di rito…insomma, potete immaginare – se questi giorni erano stati frenetici, dicevo, e il viaggio stressantissimo, l’unico desiderio per l’atterraggio era che non facesse troppo caldo e che potessi recuperare un pò di sonno.
Risultato: oltre 40 gradi a terra, tasso di umidità vicino a quello della Foresta Amazzonica
e la mia piccina con la sindrome da JET LAG!!

Praticamente ha scambiato il giorno per la notte: dorme tutto il pomeriggio e si sveglia con la luna, e con una voglia di giocare e chiacchierare incredibile che la tiene (e mi tiene) in piedi fino alle 5-6 di mattina…e non abbiamo neanche un papà accanto per fare i turni!!
Così oggi l’ho portata dalla pediatra e le ho chiesto un rimedio.
Risposta: la Stella di Betlemme.
Ma le pare il caso di prendermi per il culo?! Non vede le occhiaie?
Invece ho scoperto che Star of Bethlehem è un altro rimedio naturale, un fiore di Bach da prendere 1 volta a settimana per UN MESE E MEZZO…
Inutile dire che sono volata subito in farmacia ed ho cominciato la “cura” IMMEDIATAMENTE!!

Annunci