Resultado de imagen para censo 2017 peru

Un giorno intero completamente libero in cui non puoi fare assolutamente nulla fuori di casa.

Un sogno? Si, che adesso può diventare realtà grazie al Governo Peruviano. Strano? Decisamente. Follia? Un po`. Ragione? Il censimento nazionale 2017.
E ora ve lo racconto con dettagli.

Domenica prossima ci sarà il censimento che si fa ogni 10 anni, e si fa in 1 solo giorno nelle città. Le zone rurali, invece, avranno bisogno di 15 giorni di lavoro, fatto solo ed esclusivamente da volontari. E per essere sicuri che nessuno scappi alla catalogazione, il Governo ha tassativamente proibito a chiunque di uscire di casa dalla 8 am alle 5 pm. Anche dopo che sarete stati censiti, non importa. Nessuno può muoversi, nessuno può andare a passeggio, nessun mezzo di trasposto può viaggiare. Praticamente le città dovrebbero essere completamente morte. (Staremo a vedere…) Pena? Ti portano in commissariato e ti tengono bloccato lì fino allo scadere del mandato (le 5 appunto).

E se già questo mi fa sorridere, poi vengono i dettagli davvero interessanti…
Prima di tutto la domanda che in questi giorni ha rivoluzionato i media: verrà chiesto a tutti i cittadini come si considerano: quechua, aymara, indigeno amazzonico, negro, mulatto, afro, meticcio, bianco o altro.
Assolutamente convinta che questa domanda servirà per scopi economici e politici, si conferma però anche il fatto che qui la razza conta. Eccome. Perchè a parte chi evidentemente appartiene a culture native come Aymara o Shipibo, il resto per me sono puri meticci; non solo mia figlia che è ovviamente un incrocio di razze, ma anche tutti gli altri, compresi quelli che vantano ad esempio la loro discendenza spagnola e solo per questo si definiscono bianchi.
Sono anni che nelle mie classi, quando arriviamo ad imparare le descrizioni fisiche in italiano, la prima domanda degli alunni è: “come si dice pelle color… ?” Eh no, ragazzi, non si dice. Non si guarda. Non importa! Fissatevi su altri dettagli per favore e preoccupatevi di descrivere i capelli, gli occhi, le taglie. E` più che sufficiente, credetemi!
Ma so che loro non mi credono

 

Poi però ci sono altre 2 domande che, secondo me, sono ancora più preoccupanti, perchè se il censimento è uno specchio della società, significa che i casi in questione sono ben più dell’immaginabile…
– la domanda se la settimana passata hai lavorato per aiutare l’economia della famiglia, è posta agli abitanti a partire da 5 anni
– la domanda su quanti figli hai, è posta alle “donne” a partire dai 12 anni.

 

E qui mi fermo. Come mi fermerò il 22 per vedere se davvero il mondo intero si fermerà anche lui, tranne gli addetti al censimento che, secondo i miei amici, non vanno mai fatti entrare in casa perchè spesso succede che, il giorno dopo, ti trovi la casa svaligiata.
Ah si, ovviamente Machu Picchu, invece, funzionerà normalmente.

Strano, no?!

Annunci