Improbabile poesia per una persona a noi molto, molto cara.

(…spero sia solo perché ultimamente stiamo leggendo molto Gianni Rodari…)

C’era una volta un omino,
grande di cuore
ma di corpo, piccino.
Un giorno disse:
“Grande e grosso mi farò
e molto importante diventerò”.

Così, nel mondo reale,
viveva una vita un po’ magica
e un po’ normale.
Quelli che lo incontravano nel mondo di qua
lo chiamavano “nonno, zio, papà”;
quelli che lo vedevano in cima ad un astro
lo chiamavan “Professore, Dottore, Maestro“.

La Madre Terra gli diceva figlio,
fratello era per gli Apu
a cui chiedeva consiglio
e loro dissero: “Questo é il tuo cammino,
il tuo legado
e il tuo destino“.

Grande e grosso com’era diventato,
venne il momento in cui
si scontrò col Fato;
e insegnò a tutti che si può cambiare il destino,
ma ci ricordò anche
che era pur sempre un umano.

(Con mucho amor, para ti…)

Annunci