Domenica scorsa avevamo programmato una gitarella “sull’aia del circolo“, al mercato contadino: dovevano esserci tante bancarelle di prodotti natturali, animazione per bambini e concerti.
C’erano gli amici di Tirillò con il pane fatto in casa e l’olio nuovo, la nostra mary con le sue creme artigianali e chissà quante altre belle cose…
Invece siamo rimaste a letto per colpa di un brutto virus stagionale, sig!

La febbre, le bollicine, i dolori ed il pianto straziante, ininterrotto giorno e notte mi hanno un pò spossata…almeno ci fosse stato il babbo per darmi il cambio ogni tanto…ma poi all’improvviso mi son ricordata dei primissimi mesi, quando gli strilli per le coliche sembravano insopportabili: il sentirsi impotenti e non avere altro rimedio che dover somministrare le goccioline mi facevano sentire malissimo.
Ma poi all’improvviso tutto è sparito ed è stato completamente dimenticato.
Sarà così anche questa volta e tutte le prossime, che in fin dei conti son proprio fortunata a non aver mai avuto a che fare con nessuna malattia fino ad ora!

I brutti momenti passano magicamente nel dimenticatoio e resta solo la gioia di vedere un figlio che sorride, ti tende le braccia e si addormenta tranquillo e sicuro cullato dall’amore della mamma.
Che bellezza!!

Annunci